FLASH L’Iren Fixi Torino augura a tutti buona Pasqua!     ·     Congratulazioni alla Juventus Women per la conquista del secondo scudetto!     ·     Congratulazioni a Venezia, Schio, San Martino di Lupari e Ragusa per aver conquistato le semifinali Scudetto!

Pallacanestro Torino

Sorbino Cup: domenica l’Iren Fixi sul parquet bollente di Broni

Dopo un turno di riposo, torna in campo l’Iren Fixi Torino per la diciassettesima giornata della Sorbino Cup Serie A1 di pallacanestro femminile.

La squadra più importante del basket in rosa del Piemonte si reca domenica 10 febbraio 2019 in quel di Broni, dove alle 18.00, tra le mura del bollente PalaBrera, affronterà la Elcos, una compagine di grandissima caratura, considerato da tutti gli esperti come la principale outsider di questo campionato. Il team sabaudo giunge nella provincia pavese con all’attivo 4 punti, che gli consente di occupare la decima piazza e l’ultimo posto disponibile per i playoff. L’Elcos Broni, invece, è quarta in classifica con 20 punti, subito dietro le corazzate Venezia, Schio e Ragusa, con la vetta distante solo 4 lunghezze. La graduatoria, quindi, evince il divario che vi è tra le due squadre sia dal punto di vista tecnico che degli obiettivi stagionali. Questa è anche la sfida che, per la seconda volta, oppone le gemelle Togliani in Serie A1.

Coach Riga dovrebbe recuperare le acciaccate Valeria Trucco (9.8) e Taya Reimer (12.8) ritrovando interamente la coppia di lunghe titolari e dando così un po’ di ampiezza alle rotazioni di squadra, che sono state davvero ridotte all’osso nelle ultime due gare. In cabina di regia confermatissima la presenza della capitana biancostellata Ilaria Milazzo (12.7), chiamata a gestire i ritmi dell’attacco sabaudo. La guardia dello starting five è come sempre la statunitense Kahlia Lawrence (14.1), affiancata in ala piccola dalla tiratrice polacca Monika Jasnowska (8.2). Dalla panchina scalpitano più che mai le esterne Alessia Cabrini (3.7) ed Allegra Botteghi (4.3), che mano a mano stano scalando le gerarchie sul taccuino di Riga. Indispensabile anche l’aiuto sotto le plance della bulgara Petrova (0.9) e quello di Giulia Togliani (2.2). Da non sottovalutare l’impiego possibile delle «under».

Coach Fontana ha decisamente una vastità di scelta maggiore: alla pericolosità delle straniere Wojta (14.7), Premasunac (7.7) e Milic (16.3) s’aggiungono nomi come la nazionale Spreafico (10.3), Moroni (5.6), Pavia (3.2), Castello (2.4), Bonasia (7.3), Anna Togliani (5.9) e l’ex di turno Gatti (2.3). Di spessore anche le potenzialità delle più giovani Strozzi, Smorto, Miccoli e Capra.

Servirà più che un’impresa eroica per le atlete torinesi, le quali per imporsi dovranno avere la meglio di una squadra nettamente più forte e del pubblico più caldo del campionato.